News scritte da Balduzzi Renato

News scritte da Balduzzi Renato

Balduzzi Renato

Presentazione
25.02.2021

Feb

25

La posizione costituzionale del Csm tra argomenti di ieri ed effettività dell’organo
24.02.2020

Feb

24

Da molti mesi, a seguito dello “scandalo romano” che ha visto interessati ex-componenti di estrazione togata del Consiglio superiore della magistratura e che ha indotto alle dimissioni alcuni suoi componenti in carica nella consiliatura attuale (anch’essi magistrati), il Csm è oggetto di attenzione costante da parte dei mezzi di informazione. Il fatto sarebbe da valutare con qualche interesse, come segno di una maggiore attenzione verso un organo statale tanto importante quanto poco conosciuto, se non fosse che tale attenzione pare dipendere, più che dalla volontà di segmenti consistenti della pubblica opinione di comprenderne le caratteristiche e il funzionamento, dalla ben diversa circostanza che, nella vicenda che ha scosso il Consiglio , gran parte della pubblica opinione vede la conferma di convincimenti radicati circa la caparbia attitudine di settori della magistratura e della politica a confondere i ruoli, a influenzare impropriamente procedimenti delicati e a privilegiare lo spirito di corporazione rispetto alla sempre faticosa ricerca dell’interesse generale.

Continua >
La posizione costituzionale del Csm tra argomenti di ieri ed effettività dell’organo
09.02.2020

Feb

9

Da molti mesi, a seguito dello “scandalo romano” che ha visto interessati ex-componenti di estrazione togata del Consiglio superiore della magistratura e che ha indotto alle dimissioni alcuni suoi componenti in carica nella consiliatura attuale (anch’essi magistrati), il Csm è oggetto di attenzione costante da parte dei mezzi di informazione. Il fatto sarebbe da valutare con qualche interesse, come segno di una maggiore attenzione verso un organo statale tanto importante quanto poco conosciuto, se non fosse che tale attenzione pare dipendere, più che dalla volontà di segmenti consistenti della pubblica opinione di comprenderne le caratteristiche e il funzionamento, dalla ben diversa circostanza che, nella vicenda che ha scosso il Consiglio , gran parte della pubblica opinione vede la conferma di convincimenti radicati circa la caparbia attitudine di settori della magistratura e della politica a confondere i ruoli, a influenzare impropriamente procedimenti delicati e a privilegiare lo spirito di corporazione rispetto alla sempre faticosa ricerca dell’interesse generale.
Dunque, piuttosto che un aumento della conoscenza obiettiva dei caratteri del Csm e del suo ruolo, l’esito di tale sovraesposizione mediatica rischia di andare nella direzione di un aumento della sfiducia nei confronti dell’organo e, mediatamente, nei confronti dell’intera magistratura: non soltanto a causa dello status soggettivo di magistrati rivestito dai protagonisti della vicenda, ma, più in generale, in forza della necessaria interdipendenza tra la reputazione del Consiglio e quella della magistratura, tra la fiducia nei confronti del primo e le ricadute nei confronti della seconda.
Tale situazione è resa ancora più preoccupante, sotto il profilo della tenuta del modello costituzionale di magistratura e di Csm, dalla circostanza che, “in un contesto di populismo montante, noi ci confrontiamo con la triste realtà di crescenti segmenti della popolazione che ripudiano i principi della democrazia costituzionale, inclusa la separazione dei poteri e l’indipendenza della magistratura” e non è casuale che i leader populisti “si assicurino il potere attraverso il controllo della magistratura e dei media” .

Continua >
Il modello costituzionale italiano di famiglia e l’evoluzione dei rapporti sociali
01.07.2015

Jul

1

The essay aims to demonstrate the existence, in the Italian legal system, of a constitutional model of family which is possible to glean through a full interpretation of the fundamental charter. This model, that can be considered original in the European and international context, is relevant for the evolution of the social institution of family, even under the legal aspects, because of several reasons. It could (and should) guide the policy makers (Parliament, in particular) in order to answer to the demand of recognition and protection of civil unions and other similar figures. Indeed, the identification of the essential core of this model is necessary to avoid totally subjective approaches in reading the constitutional rules about family. This approaches rick to overlook not only the historical and cultural roots of the model, but also its legal actuality (for instance, for a meaningful interpretation of the “margin of appreciation doctrine”, developed by ECHR in this matter). The proposal of the essay is also oriented to focus the ethical dimension of the problem, so to enrich the public debate about family institution according to an authentic pluralism of values, against partial and often reductive visions of the human person in society.

Continua >