Il tuo browser non supporta JavaScript!

Gli «enti religiosi civilmente riconosciuti» nel codice del terzo settore. Prime considerazioni su una categoria soggettiva dai confini incerti

digital Gli «enti religiosi civilmente riconosciuti» nel codice
del terzo settore. Prime considerazioni su una categoria
soggettiva dai confini incerti
Articolo
rivista JUS
fascicolo JUS - 2017 - 3
titolo Gli «enti religiosi civilmente riconosciuti» nel codice del terzo settore. Prime considerazioni su una categoria soggettiva dai confini incerti
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 04-2018
doi 10.26350/004084_000010
issn 00226955 (stampa)
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

The article deals with the legal meaning of «enti religiosi civilmente riconosciuti» in the context of the newly adopted Code for Third Sector (legislative decree No. 117 of 3 July 2017). The author offers new/different interpretations, in conformity with delegation law No. 106 of 18 June 2016 or with constitutional principles pertaining to the freedom of religion or belief. For each suggested interpretation, the Author considers pros and issues arising from it.

keywords

Terzo settore, enti religiosi, enti non profit, attività di religione o di culto, Code for Third Sector, freedom of religion.

Consulta l'archivio

Pinterest